Requisiti di ingresso in Spagna se provieni da un Paese fuori dall’Unione Europea / Paese associato Schengen

1. Se viaggi in Spagna per via aerea (a eccezione dei minori di 12 anni e delle persone in transito internazionale) dovrai essere in possesso di uno di questi documenti:

 

a) Un certificato COVID digitale dell’Unione Europea o documento equivalente di vaccinazione contro il COVID-19 o un certificato negativo di un test diagnostico di infezione attiva o un certificato di guarigione dalla malattia. Puoi verificare se il tuo certificato è considerato valido in questo sito web o nell’app Spain Travel Health -SpTH- (disponibile per Android, iOS e Huawei).

Al tuo arrivo in aeroporto dovrai seguire le indicazioni che segnalano il percorso arancione.

 

b) Se non sei in possesso di un certificato COVID digitale dell’UE o documento equivalente, dovrai compilare prima della partenza un formulario di controllo sanitario e inserire manualmente i dati del tuo certificato di vaccinazione, di test diagnostico o di guarigione. Puoi farlo attraverso il sito web https://www.spth.gob.es/ o l’app Spain Travel Health per dispositivi Android o iOS o Huawei.

Una volta compilato, otterrai un codice QR che dovrai presentare sia nel momento dell’imbarco sia all’arrivo in Spagna.

Al tuo arrivo in aeroporto dovrai seguire le indicazioni che segnalano il percorso blu.

 

Anche se viaggi in Spagna per via marittima dovrai (a partire dai 12 anni) essere in possesso di uno dei certificati sanitari richiesti (vaccinazione, test diagnostico o guarigione), che sia un certificato COVID digitale dell’UE equivalente o di altro tipo, senza necessità di compilare un formulario di controllo sanitario.

 

2. Requisiti dei certificati:

 

Nel caso in cui tu disponga di un certificato di vaccinazione, questo dovrà essere stato emesso dalle autorità competenti del Paese di provenienza a partire dai 14 giorni successivi alla data di somministrazione dell’ultima dose del ciclo di vaccinazione completo (vaccinazione primaria), a condizione che non siano trascorsi più di 270 giorni dalla data di somministrazione dell’ultima dose di tale ciclo. A partire da quel momento, il certificato dovrà riportare la somministrazione di una dose di rinforzo o booster. Da tener presente che l’obbligo di aver ricevuto la dose di rinforzo e la scadenza dei 270 giorni non si applicano ai soggetti sopra i 12 e sotto i 18 anni. Pertanto, se hai più di 12 e meno di 18 anni, sarai considerato vaccinato nonostante siano trascorsi 270 giorni dall’ultima dose e tu non abbia ricevuto la dose di rinforzo.

Puoi verificare i vaccini attualmente autorizzati dall’Agenzia europea per i medicinali o dall’Organizzazione mondiale della sanità. Si accettano anche certificati di vaccini non autorizzati da questi enti, ma come ultima dose dovrà essere stato somministrato uno dei tre vaccini autorizzati. I cicli vaccinali completi sono quelli stabiliti nel Piano strategico di vaccinazione contro il COVID-19 in Spagna.

 

Se sei in possesso di un certificato di guarigione, questo dovrà essere stato emesso dall’autorità competente o da un servizio medico almeno 11 giorni dopo la realizzazione del primo test diagnostico di tipo NAAT (PCR, TMA, LAMP e simili) o test rapido per la rilevazione dell’antigeno con risultato positivo. Il certificato avrà la validità di 180 giorni a partire dalla data del primo risultato positivo del test diagnostico. I test rapidi dovranno essere quelli compresi nella lista decisa dal comitato per la sicurezza sanitaria dell’Unione Europea e dovranno essere eseguiti da personale qualificato.

Se sei in possesso di un certificato di guarigione che non sia un certificato COVID digitale dell’UE o documento equivalente, dovrai fornire la prova documentale del test diagnostico da cui derivi tale certificato di guarigione.

 

Se hai intenzione di presentare un test diagnostico, ricorda che i test accettati in Spagna sono di tipo NAAT (PCR, LAMP, TMA o simili) o antigenico. Sarà necessario presentare un test NAAT negativo effettuato nelle 72 ore precedenti alla partenza per la Spagna o un test antigenico effettuato nelle 24 ore precedenti alla partenza per la Spagna.

 

Si ricorda che i certificati COVID-19 di vaccinazione, test diagnostici o guarigione emessi dai Paesi con cui l’UE ha stabilito un’equivalenza avranno lo stesso valore di un certificato COVID digitale dell’UE. Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito Web dell’Unione Europea (UE).

I minori di 12 anni non hanno l’obbligo di presentare nessuno di questi certificati.

 

 

3. In caso di arrivo per via aerea o marittima da un Paese che non appartiene all’Unione Europea o non viene considerato un Paese associato Schengen, potrai essere sottoposto a un controllo sanitario nel primo punto di ingresso che consiste, almeno, nella misurazione della temperatura, in un controllo dei documenti e un controllo visivo dello stato di salute fisica.

Se esiste il sospetto che tu possa essere affetto da COVID-19, verrà effettuata una valutazione più esaustiva. Sia durante la valutazione medica sia qualora l’autorità sanitaria lo ritenga opportuno nel quadro della sorveglianza attiva vincolata a processi di valutazione del rischio, potrai essere sottoposto a un test d’infezione attiva (PDIA).

Qualora tu ti trovi in transito internazionale non dovrai presentare un formulario di controllo sanitario né un certificato di vaccinazione, guarigione o test diagnostico di COVID-19, a condizione che tu non ti allontani dall’area aeroportuale e che la tua permanenza in Spagna non sia superiore a 24 ore.

 

Ulteriori informazioni riguardo i controlli igienico-sanitari e i casi in cui è necessario sottoporsi a quarantena.

 

4. Ci sono paesi terzi i cui residenti non sono soggetti alla limitazione temporanea ai soli viaggi essenziali per l’Unione Europea e i paesi dell’area Schengen. Potrai trovarne l’elenco nell’allegato a quest’ordine.

 

Sulla mappa della pagina di inizio puoi prendere visione degli aspetti particolari delle norme di ciascun paese e delle possibili deroghe.