Ultime notizie

Data di aggiornamento: 19/05/2022

Novità! 20/04/2022 – A partire da oggi, in Spagna l’uso della mascherina non è più obbligatorio né all’aperto né in luoghi chiusi. Sussistono determinate eccezioni in cui permane l’obbligo di utilizzo della mascherina, come in centri, servizi e stabilimenti sanitari (quali luoghi di assistenza sanitaria, ospedali o farmacie) e in centri sociosanitari (per lavoratori e visitatori in spazi comuni).

Analogamente, resta obbligatorio l’uso sui mezzi di trasporto aereo, ferroviario o trasporto a fune e sugli autobus, così come nel trasporto pubblico di persone. Negli spazi al chiuso di navi o imbarcazioni in cui non sia possibile mantenere la distanza di 1,5 metri, l’uso della mascherina è obbligatorio, a eccezione delle cabine qualora siano condivise da nuclei di persone conviventi. I minori di sei anni non hanno l’obbligo di utilizzarla in nessuna circostanza. Ulteriori informazioni.

06/04/2022 – A partire da ora, i turisti diretti in Spagna per via aerea e in possesso di un certificato COVID digitale dell’UE o equivalente non devono più compilare un modulo di controllo sanitario tramite il sito web www.spth.gob.es o l’applicazione Spain Travel Health. Qui troverai maggiori informazioni su questo tema e su altri aspetti della nuova Risoluzione.

29/03/2022 – L’obbligo di aver ricevuto una dose di rinforzo trascorsi più di 270 giorni dalla data di somministrazione dell’ultima dose di vaccino non si applicherà ai soggetti sopra i 12 e sotto i 18 anni. Questi si considereranno vaccinati nonostante siano passati 270 giorni dall’ultima dose e non abbiano ricevuto la dose di rinforzo.

15/03/2022 – Il Regno Unito a partire dal 18 marzo elimina, per i viaggi internazionali, le restrizioni collegate con la pandemia. I turisti che viaggino nel Regno Unito non dovranno effettuare nessun test di COVID-19 né prima del viaggio né dopo l’arrivo, indipendentemente dall’essere o meno vaccinati. Non avranno nemmeno l’obbligo di compilare un formulario per la localizzazione dei passeggeri; inoltre non dovranno restare in quarantena. Per ulteriori informazioni, consulta la mappa presente nella home page.

14/03/2022 – In via eccezionale e per ragioni di natura umanitaria derivanti dalla situazione che si sta vivendo in Ucraina, alle persone provenienti da tale Paese, che prendano un volo con destinazione Spagna e che possano provare di avere la nazionalità ucraina o di essere residenti in Ucraina, le compagnie aeree non potranno impedire l’imbarco anche qualora tali persone non presentino l’obbligatorio codice QR ottenuto mediante l’app SpTH.

Al loro arrivo in Spagna, i passeggeri aventi la nazionalità ucraina o residenti in Ucraina, che non siano in possesso del QR del SpTH e che non forniscano un adeguato certificato di vaccinazione, di test diagnostico o di guarigione, potranno essere sottoposti a un test ma senza che venga presentata alcuna denuncia o richiesta di sanzione.